Quando la vita cambia colore

di Lisa Galli: un blog per i malati, per i loro familiari, per chi li cura e per quelli detti sani

“I miei figli non sanno ancora della mia malattia”

Maggio10

Gent.ma Ada,

mi ha scritto una bellissima mail chiedendomi come comportarsi con i suoi figli che ancora non sanno della sua malattia.

Comprendo le sue perplessità quando scrive che “non è facile parlare con loro di certe cose che non li riguardano direttamente”, ma mi permetta di dirle che invece la sua malattia li riguarda direttamente per tanti motivi:

  • lei è la loro madre;
  • devono riuscire a capire il perchè dei repentini sbalzi d’umore che mi dice d’avere a ridosso delle terapie (ci sono farmaci che incidono sul tono dell’umore);
  • le terapie che mi ha elencato sono pesanti e comportano cambiamenti fisici (per quanto lei si trucchi, come scrive);
  • i suoi figli non entrano in merito alle sue scelte terapeutiche, ma ne devono prendere atto e partecipare ad esse;
  • mantenere il ruolo genitoriale significa non nascondere ciò che accade in casa, altrimenti, un domani, loro stessi si sentiranno liberi (o in dovere) di non raccontarle i loro problemi.

Non credo sia sua intenzione creare una distanza tra lei e loro, ma questa potrebbe accadere se per eccesso d’amore li vorrà proteggere dalla verità.

Mi scrive che è sempre andata d’accordo con il suo ex marito; questa è un’occasione per insegnare ai suoi figli che nel momento del bisogno riuscirete, ancora una volta, a continuare ad essere genitori.

Pensi quante cose potrebbero imparare da lei e dal padre se decidesse di parlare con i suoi figli…naturalmente accordandosi prima con lui!

La ringrazio sia per la fiducia che mi ha accordato nello scrivermi sia per avermi concesso il permesso di pubblicare su questo blog una sintesi della risposta che le ho inviato.

One Comment to

““I miei figli non sanno ancora della mia malattia””

  1. On Maggio 27th, 2010 at 09:04 giampier Says:

    sono perfettamente d’accordo.
    Io nell’ultimo anno ho dovuto affronte un grave problema di salute di mio marito ca esofageo ma, a mio figlio di solo13aa ho raccontato tutto mettendolo a conoscenza di quanto stavaaccadendo a suo papà, il risultato e stato positivo abbiamo affronat assieme la situazione,

Email will not be published

Website example

Your Comment: