Quando la vita cambia colore

di Lisa Galli: un blog per i malati, per i loro familiari, per chi li cura e per quelli detti sani

The Big C – seconda parte

Luglio24

Sono soddisfatta, professionalmente parlando, per il commento scritto da Francesca al mio articolo “The Big C”.

Da quanto avevo letto anche nei siti Internet che descrivono la prima serie di The Big C, sembrava che Cathy scegliesse di non informare la sua famiglia della propria malattia.

Atteggiamento che posso comprendere, ma non condividere, perché rischia di portare silenzi ed incomprensioni che condizionano le relazioni familiari.

La mia preoccupazione professionale era orientata in questa direzione ed auspicavo che nella seconda serie la scelta di Cathy fosse di sentirsi pronta a svelare il suo segreto.

Quotidianamente, nel mio lavoro, molte persone mi raccontano di quanto sia complicato e complesso dare comunicazione della propria malattia alla famiglia.

La scelta è sempre ragionata e sofferta, ma è importante dire la verità nel tempo, nei modi, nei luoghi più appropriati a seconda dell’età e del modo d’essere del familiare. Ognuno deve mantenere il proprio stile, ma lo sforzo è di trasformare un momento drammatico in un momento di crescita.

Di seguito riporto l’intervento di Francesca, perché non sfugga a chi non legge i commenti su ciò che scrivo nel mio Blog.

La ringrazio, perché mi rassicura che nella seconda serie accade quello che mi auguravo, cioè Cathy svela la sua condizione di malattia alla propria  famiglia.

“Verso la fine della prima stagione Cathy poi si rende conto di non poter continuare ad andare avanti così senza dire nulla alla propria famiglia, soprattutto a suo marito. Decide così di dirglielo e da quel momento il loro rapporto che finora era stato sconvolto da ripetuti tradimenti subisce un cambiamento radicale, si rimettono insieme come una vera famiglia e lui decide di starle vicino lungo tutto il suo percorso di trattamento medico. Cambiano in meglio anche i rapporti con suo figlio, ritrova una vecchia amica, e, suo fratello provato dalla notizia, mette da parte il suo stile di vita alquanto particolare per dedicarsi anche lui alle cure della sorella (nella seconda stagione). E’ una serie tv che ho profondamente amato sin dagli inizi, non descrive con banalità un evento così profondamente toccante e anzi, dimostra come una malattia può essere accettata e come può essere vissuta normalmente giorno per giorno, con l’affetto dei famigliari e degli amici.

Sicuramente merita una recensione più che positiva, ne consiglio la visione a tutti.

Francesca.”

Rinnovo l’invito a tutti di guardare questa serie, perché ogni occasione è buona per potersi confrontare su questi temi.

posted under Attualità
One Comment to

“The Big C – seconda parte”

  1. On Novembre 9th, 2011 at 22:14 Tangela Says:

    This piece was a leifacjket that saved me from drowning.

Email will not be published

Website example

Your Comment: