Quando la vita cambia colore

di Lisa Galli: un blog per i malati, per i loro familiari, per chi li cura e per quelli detti sani

IV Seminario Pazienti e Familiari sul Mieloma Multiplo

Settembre12

Ringrazio l’Associazione Schirinzi A. Mario, nella persona del Presidente Vittorio Schirinzi, per avermi invitata ad intervenire al Seminario che si terrà a Lucca il 17 settembre. Sarà una nuova occasione di confronto tra persone che condividono, personalmente e professionalmente, problematiche simili.

2 Comments to

“IV Seminario Pazienti e Familiari sul Mieloma Multiplo”

  1. On 13 Settembre, 2011 at 00:05 Vittorio Says:

    Vorrei ringraziare di cuore la Dottoressa Galli per aver accettato il nostro invito ad intervenire al nostro incontro di Lucca. Ho letto con grande trasporto il suo bel libro “Quando la Vita Cambia Colore” e sono certo che i partecipanti al seminario apprezzeranno moltissimo il suo intervento. Il suo prezioso lavoro di supporto psicologico, posso garantire, é vitale nell’affrontare in maniera idonea malattie delicate come quelle che si riscontrano nei reparti di onco-ematologia.
    Sono molto orgoglioso di avere la Dottoressa Galli tra i nostri relatori quest’anno. Grazie nuovamente di cuore per aver accettato il nostro invito a partecipare.

  2. On 14 Ottobre, 2011 at 20:56 Alessandra Says:

    Sono la moglie di un paziente che ha partecipato al seminario e devo dire che sono stata felicissima del suo intervento, perchè ho riscontrato, ascoltandola, che in qualche provincia è stato dato il giusto valore alla cura della malattia anche dal punto di vista emotivo. In tali situazioni infatti se non hai accettato la malattia e/o superato la difficoltà di poterla/doverla curare in tanti momenti non hai poi la giusta forza fisica per affrontarla. Così io da compagna ,mi rendo conto che talvolta non ho dato la giusta spinta a mio marito che si doveva curare e la tranquillità a mia figlia per affrontare questa difficolta insieme a noi. Forse se avessi avuto un supporto psicologico le cose sarebbero andate meglio.
    Purtroppo nell’area fiorentina questo supporto non ci è stato proposto e nella corsa dell’affrontare la notizia della malattia, le terapie e tutto il resto, non ho avuto neanche il tempo di pensare….a queste cose.
    Sono quindi orgogliosa che medici come Lei si siano inseriti in un contesto d’aiuto e spero che questo sia un suggerimento per tutti i centri ematologici.

Email will not be published

Website example

Your Comment: