Quando la vita cambia colore

di Lisa Galli: un blog per i malati, per i loro familiari, per chi li cura e per quelli detti sani

La mia compagna di scuola delle elementari

Marzo6

Prima o poi i cerchi si chiudono e si capiscono tante cose

 

Ho incontrato una mia compagna di scuola delle elementari. Una persona che non vedevo da anni.

La ricordavo timida, un po’ impacciata e con poca iniziativa.

Ci siamo fermate a parlare, ci siamo aggiornate sulle nostre vite, poi mi ha raccontato un’episodio che mi ha sorpresa.

“Ti ricordi della nostra maestra di quarta e quinta?” mi ha domandato

“Certo che mi ricordo, era terribile!” le ho risposto.

“Sì, terribile … bhé, sono andata a trovarla!”.

“Cooooosaaaa hai fattoooooooo?! Non ci posso credere, ti trattava malissimo!”

“Allora ricordo bene che mi trattava male! Perché in tutti questi anni a volte mi sono anche venuti dei dubbi sulla mia memoria”

Ha precisato lei davanti al mio stupore.

“Trattava poi male tanti, era molto severa anche con me …” ho aggiunto  “diciamo che era esigente, anzi che non le andava mai bene niente … è stata dura, ma poi abbiamo vissuto di rendita alla scuola media! Ma perché sei andata a trovarla?”

“Era un mio problema irrisolto … mi aveva fatto stare così male che volevo rivederla, non per lei, ma per me, avevo bisogno di fare pace con lei per farla con me stessa … sono andata a casa sua ed ho suonato, lei è stata molto gentile, mi ha fatto entrare e abbiamo guardato le foto di classe …”

“Cioè: tu sei andata là, davanti a casa sua, dopo trent’anni e con il dito hai suonato il campanello così?”  Mentre parlavo ho mimato il gesto, perché volevo proprio essere sicura di capire quello che lei mi stava dicendo.

Non mi sembrava possibile che la bambina che ricordavo io potesse avere trovato tanta forza, coraggio e determinazione una volta diventata adulta ed ho fatto una domanda sciocca:

“Ma tu le hai detto qualcosa per come ti trattava alle elementari?”

“Certo che no! … non avevo bisogno di parlarle e chiederle spiegazioni, avevo solo bisogno di vederla e non sentire dentro di me la paura che mi faceva”

“E lei?” ho chiesto “Non ti ha domandato nulla sul perché tu fossi lì?”

“No, mi ha fatto entrare, abbiamo chiacchierato, poi l’ho salutata e sono andata via, non l’ho più rivista”

“E com’era lei?”

“Una vecchiettina gentilissima!” mi ha risposto sorridendo “dopo mi sono liberata per sempre di quella sensazione che mi aveva lasciata dentro … adesso che insegno so come non si devono trattare gli studenti!”

“Sei una grande, una grande donna! Io non avrei mai avuto il coraggio di fare una cosa così”.

Ci siamo salutate e prima di lasciarmi mi ha proposto:

“Perché non organizziamo la cena delle elementari?”

E adesso la stiamo organizzando, ma mi domando:

non era impacciata, timida e con poca iniziativa?

 

posted under Incontri
2 Comments to

“La mia compagna di scuola delle elementari”

  1. On Marzo 12th, 2012 at 20:05 Linu Says:

    Buona idea ! Io ho un buon ricordo della 2 maestra dopo che mi hanno bocciato perchè troppo immatura e timida . Loro non sanno che regalo mi hanno fatto, con lei sono rifiorita e rafforzata perchè accolta e amata cosi come sono. Cercherò di andare a trovarla anche solo per dirgli Grazie. Il primo maestro era molto severo se non facevamo tutto bene ci bacchettava sulle mani… Sono arrivata in quarta elementare che il buon Dio mi aveva già dato troppo in altezza, scrivevo in alto sulla lavagna e i miiei compagni mi burlavano dicendo Sttruzzo o Giraffa! Lo vivevo come un’Handicap non giocavo facilmente perchè mi sbilanciavo nel movimento e cadevo spesso… La quinta ripetuta invece è stato tutto un bel periodo. Anche se mi porto dentro la sfiducia nella grammatica e matematica. Ma la vita è altro non sarò una cima nei conti ma ciò che conta è ciò che abbiamo dentro l’essenziale di noi è invisibile agli occhi! Ciao Linu

  2. On Marzo 26th, 2012 at 21:16 Il mio segreto | Quando la vita cambia colore Says:

    […] Vi ricordate che vi avevo detto che stavamo organizzando una rimpatriata? Ebbene, ce l’abbiamo fatta! […]

Email will not be published

Website example

Your Comment: