Quando la vita cambia colore

di Lisa Galli: un blog per i malati, per i loro familiari, per chi li cura e per quelli detti sani

L’interesse per il mondo

Marzo22

Un uomo giovane mi ha dimostrato che, anche se uno è malato, può mantenere un reale interesse per ciò che accade nel mondo.

Per la mia esperienza professionale è molto più comune notare nei malati un ritiro sociale.

Lui invece no.

E’ aggiornato su Monti, Rutelli, La Russa, Schettino, Tolosa e su quanto gli si possa domandare d’attualità.

“So tutto, nonostante i palinsesti lascino molto a desiderare” mi dice.

E come dargli torto?

E nonostante i palinsesti lascino a desiderare lui, imperterrito, continua a tenersi aggiornato.

Ci starebbe che, in questo momento in cui le cure sono pesanti, si allontanasse con la mente dal quotidiano, ma non lo fa mai.

Gli ho detto che ho conosciuto poche persone con questa capacità e, con curiosità professionale, gli ho domandato quale pensiero lo sostenga in questa sua determinazione.

Immediatamente mi ha chiesto:

“Quanti figli ha?”

“Quattro”

“Allora stia bene a sentire questa verità che ho da dirle: loro moriranno, tutti e quattro e lei non potrà farci niente. Anche lei morirà come moriranno tutti quelli che lei conosce. Non so dirle quando, ma succederà, perché fa parte del ciclo di vita.

Io sto semplicemente facendo il mio ciclo vitale e non so a quale punto sia, ma tutti abbiamo il nostro. Io non so se ci salto fuori da qua, ma nel frattempo voglio capire tutto quello che mi accade intorno. ”

E’ importante mantenere aperta una finestra sul mondo, perché aiuta a percepirsi come persone che partecipano alla vita, nonostante tutto.

Ragionamento semplice, crudo e complesso da mettere in pratica, però fattibile.

Lui ne è la dimostrazione.

 

Email will not be published

Website example

Your Comment: