Quando la vita cambia colore

di Lisa Galli: un blog per i malati, per i loro familiari, per chi li cura e per quelli detti sani

Terremoto a Modena

maggio21

Nella notte del terremoto i miei figli sono corsi sotto il tavolo:

“Come ci hanno insegnato a scuola!” hanno detto.

Li guardavo e da lì la mia angolazione della vita era cambiata.

Percepivo l’impossibilità di difenderli nel caso di una scossa molto più forte.

Tutto era affidato al caso, ma il pensiero più terribile è stata la certezza che per quanto finisse quella scossa ce ne sarebbe stata un’altra. Infatti.

 

Come tutti gli eventi naturali, il terremoto si presenta, non c’è nulla che si possa fare per evitarlo.

La sua imprevedibilità è simile a quella di molte malattie.

Sai che esiste la possibilità che accadano, ma non ti fermi mai sull’eventualità che possa essere tu il protagonista del dramma.

E’ questa la follia dei sani per vivere bene?

Non fermare mai il pensiero sulla vulnerabilità della vita?

L’altra notte ho sentito la forza e la volontà della natura sovrastare la mia e quella di mio marito.

Si vive la sensazione dell’impotenza, della vulnerabilità, della drammaticità, della paura e ci si chiede: “Perché sta succedendo?” 

E si viaggia con la mente alla ricerca di risposte per andare con l’immaginazione a trovare possibili soluzioni allo scatenarsi della natura.

I miei pensieri di quella notte, le mie sensazioni e le mie paure mi risuonavano dentro come i discorsi che tante volte ho ascoltato da genitori di figli malati.

posted under Attualità
3 Comments to

“Terremoto a Modena”

  1. On maggio 25th, 2012 at 22:34 ... e il terremoto in Emilia continua ... | Quando la vita cambia colore Says:

    […] seguito al terremoto Emma è stata costretta a lasciare la propria casa. Ha avuto paura. Da lei la terra trema tante […]

  2. On giugno 2nd, 2012 at 23:16 ... e in Emilia il terremoto continua: una storia vera ai confini della realtà | Quando la vita cambia colore Says:

    […] … e in Emilia il terremoto continua: una storia vera ai confini della realtà giugno2  Il terremoto è una catastrofe. Come la malattia. […]

  3. On novembre 6th, 2012 at 08:39 29 maggio 2012: terremoto e relazioni umane | Quando la vita cambia colore Says:

    […] il 29 maggio di quest’anno, il giorno del terremoto che, dalle mie parti, ha stravolto la vita di molti. Alle 19 mi trovavo in macchina con i miei […]

Email will not be published

Website example

Your Comment: