Quando la vita cambia colore

di Lisa Galli: un blog per i malati, per i loro familiari, per chi li cura e per quelli detti sani

La moglie del malato

Maggio22

Vi ricordate la lettera di Ferruccio?

Vi consiglio di leggerla (“L’infermere: un’altra parte del cielo“) prima di continuare la lettura di questo nuovo post.

Quanto pubblico oggi è della signora Oletta che desidera fare una precisazione su quanto scritto da Ferruccio.

La sua testimonianza è molto particolare, perché porta in campo la voce della moglie di una persona malata.

Oletta e Ferruccio, attraverso le loro descrizioni, mi hanno trasmesso uno stile di comportamento e di filosofia di vita.

Senz’altro incoraggiano a credere nell’aiuto e nella solidarietà del prossimo al di là dell’aspetto unicamente professionale.

Riporto la lettera esattamente come l’ho ricevuta, non ho modificato nulla della parte puramente grafica, perché Oletta, che ringrazio di cuore, desidera esprimere le sue emozioni anche attraverso la forma più propriamente grafica della scrittura: maiuscole, punteggiatura, ecc.

Anche quest’aspetto fa parte della comunicazione non verbale delle emozioni.

 

Gentilissima LISA.

Mi permetto di chiamarla così x l affetto e la professionalità che mi ha dimostrato nel percorso di malattia di mio marito GIULIANO. Ho letto nel suo Blog! D’ esperienze professionali e umane di medici paramedici e famigliari durante malattie così importanti come leucemie o linfomi . E MI SONO RICONOSCIUTA nelle parole di FERRUCCIO L’INFERMIERE! PERSONA SPECIALE penserete voi!??  COME tanti!?  E forse è così?!  Io sono la moglie di quel paziente che in un momento di estrema difficoltà si è rivolta a Ferruccio con quelle parole!! PERO’ X farvi capire la PERSONA FERRUCCIO! HA OMESSO DI DIRE! CHE IL SUO TURNO DI LAVORO ERA FINITO! Dopo una nottata molto impegnativa di lavoro. TORNO’ INDIETRO AIUTANDOMI: in quel momento non era più FERRUCCIO INFERMIERE! Ma L’UOMO FERRUCCIO. PERSONA che Auguro a qualsiasi ammalato d’ incontrare nel proprio percorso di malattia. Cosa potevo dire ad un uomo con questi Principi! Se non RINGRAZIARE LA SUA MAMMA.

Un abbraccio FERRUCCIO DA PARTE MIA E DI GIULIANO a cui hai regalato per tutti i giorni dei suoi ultimi mesi DI VITA TANTA IRONIA E TANTI SORRISI. 

OLETTA


posted under Una Lettera a Te
One Comment to

“La moglie del malato”

  1. On Ottobre 10th, 2012 at 19:23 Concetta Says:

    Per fortuna ci sono ancora persone “sane” che ti danno la speranza che il mondo oggi non è solo egoismo e cattiveria!
    grazie

Email will not be published

Website example

Your Comment: