Quando la vita cambia colore

di Lisa Galli: un blog per i malati, per i loro familiari, per chi li cura e per quelli detti sani

… e il terremoto in Emilia continua …

maggio25

Quando la natura non ti lascia tregua, le relazioni umane confortano ed incoraggiano a sopportare.

Se si vuole aiutare qualcuno, occorre riflettere sul modo migliore per farlo per non urtare la sensibilità di chi riceve.

Ieri sera, il mio amico Antonio, mi ha raccontato una bella storia. E’ tutto vero tranne i nomi delle protagoniste.

In seguito al terremoto Emma è stata costretta a lasciare la propria casa. Ha avuto paura. Da lei la terra trema tante volte tutti i giorni, senza lasciare alla mente la possibilità di staccare il pensiero dal possibile pericolo.

Emma, nella prima notte del terremoto, ha dormito in macchina con i figli ed il marito ed ha pensato di farlo anche nelle sere successive. Al mattino è andata a lavorare ed ha raccontato ai colleghi la sua situazione.

Federica l’ha ascoltata ed ha iniziato a pensare a quello che poteva fare per aiutarla.

Non sono grandi amiche, ma semplici colleghe.

Federica ha subito chiesto ad Emma se voleva il suo camper “tanto a me serve ad agosto”. Emma non si è sentita di accettare ed ha risposto “no grazie”.

Federica sapeva che Emma aveva bisogno, perché pensava che, a parti invertite, per lei sarebbe stato difficile dormire tutte le notti in macchina.

Allora non si è fermata davanti a quel “no”.

Ha chiesto agli altri colleghi un piccolo contributo economico, è andata a fare la spesa, ha riposto il mangiare nel camper ed è andata a casa di Emma per dirle:

“Cara Emma, io lascio il mio camper parcheggiato qua da te, queste sono le chiavi, usalo, se pensi che ti possa essere utile”

La terra qua da noi trema ancora, ma mi piace pensare che Emma, con la sua famiglia, possa dormire in un camper riscaldato dall’affetto dei suoi colleghi.

 

posted under Attualità
5 Comments to

“… e il terremoto in Emilia continua …”

  1. On maggio 25th, 2012 at 22:44 cristina Says:

    un vero angelo custode

  2. On maggio 28th, 2012 at 15:38 nicoletta galli Says:

    le Emma ora sono tante, fidatevi sono andata a vedere, avendo tutti i parenti che abitano a 7 km da sant Agostino…………. ma mancano le Federica….. e ne vorrebbero tante . Purtroppo la realtà è ancora più triste quando sai per certo che molti i camper li affittano chiedendo pure cifre esorbitanti……….non capisco ma sò solo una cosa…anche mio fratello fino al 19 maggio non pensava che sarebbe toccato ‘proprio a lui’……….. cmq stà bene e dorme a casa mia…….ma la paura quando se ne andrà????

  3. On giugno 23rd, 2012 at 08:49 ... e in Emilia il terremoto continua: una storia vera ai confini della realtà | Quando la vita cambia colore Says:

    […] Gli amici sono coloro che non chiedono di cosa hai bisogno, te lo portano. […]

  4. On maggio 18th, 2017 at 11:27 January Says:

    No qusteion this is the place to get this info, thanks y’all.

  5. On maggio 31st, 2017 at 18:08 privatkredit vergleich Says:

    je me suis pris le chou sur la phrase: » Concours au Prix les éditions : »jusqu’à ce que la lumière se fasse.Si j’avais lu tout de suite« Concourent au prix les éditions… » je n’aurais pas tant hésité.Comme quoi, moi qui n’ai pas d’intelligence économique, je suis très bloquée aussi par… mes connaissances en orthographe…

Email will not be published

Website example

Your Comment: