Quando la vita cambia colore

di Lisa Galli: un blog per i malati, per i loro familiari, per chi li cura e per quelli detti sani

Ci mancava solo l’incontro con il genitore perfetto!

Ottobre30

Di solito a casa mia funziona così: alla mattina i bambini li porta a scuola mio marito ed al pomeriggio li vado a prendere io.

Tutti i giorni lui li alza, imposta la colazione e si veste, mentre io mi do da fare sollecitandoli perché non perdano tempo.

L’inizio della mattinata è sempre frenetico: casa piccola, un solo bagno e ci siamo già detti tutto.

Poi ci sono le eccezioni che sono quelle che scardinano una routine che è sempre di corsa.

Ci sono le volte in cui mio marito, per lavoro, deve partire prima e quindi rimango da sola a spingere le creature a darsi una mossa, perché altrimenti arriviamo tardi a scuola.

In una di quelle mattine avevo fatto alzare i tre grandi dieci minuti prima.

La piccola dormiva e, come tutti i giorni, (perché occorre ricordarlo tutti i giorni) ho domandato loro di non svegliarla.

Ovviamente si è svegliata e questo ha comportato maggiore corsa e minore tempo mio a disposizione per tutti. Poi, fortunatamente, è arrivata mia madre in soccorso e tra un’esclamazione e l’altra sono riuscita a caricare i miei tre scolari in auto.

Era scontato che scattasse la ramanzina. Avete presente di quelle ramanzine che alla fine ti sei annoiata pure tu a parlare? Ecco di quelle!

Arrivati a destinazione li ho sollecitati a correre prima che la scuola chiudesse ed io dietro di loro a vedere che entrassero. Esausta, ma soddisfatta, sono ritornata alla macchina.

E’ stato lì, nel parcheggio della scuola, che ho incontrato il genio, quello che sa tutto di me ed io non so nulla di lui: il genitore perfetto.

Il genitore perfetto è quello che vuole essere sempre simpatico, che non ha mai un capello fuori posto, che si veste perfetto, che non corre mai, che senz’altro riesce ad andare davanti allo specchio alla mattina per vedere che sia tutto sotto controllo e che ti dice la frase che ti lascia interdetta:

 

“Ciao Lisa! Ci sei tu oggi? Allora finalmente ti sei dovuta alzare presto stamattina?!”

 

 

posted under Incontri
2 Comments to

“Ci mancava solo l’incontro con il genitore perfetto!”

  1. On Ottobre 31st, 2012 at 13:52 paolamirella Says:

    Speriamo che il ” genitore perfetto” legga della sua perfezione ….. chissà che non diventi un po’ meno perfetto, ma più simpatico ed umano …. Abbraccio di solidarietà … Mirella

  2. On Novembre 23rd, 2012 at 11:05 Complimenti per il 10 di tuo figlio! | Quando la vita cambia colore Says:

    […] a scuola a prendere i miei bambini. La mamma di un compagno di classe di mio figlio di otto anni mi […]

Email will not be published

Website example

Your Comment: