Quando la vita cambia colore

di Lisa Galli: un blog per i malati, per i loro familiari, per chi li cura e per quelli detti sani

Complimenti per il 10 di tuo figlio!

Novembre23

Arrivo a scuola a prendere i miei bambini. La mamma di un compagno di classe di mio figlio di otto anni mi dice:

“Complimenti per il 10 di Seb!”

La guardo con punto di domanda: non è da lei stare a guardare i voti degli altri.

Intuisce la mia perplessità e aggiunge, con il suo accento romano:

“Mo’ ti spiego … qualche giorno fa mio figlio è venuto a casa dicendomi che solo in tre avevano preso un voto alto nella verifica e che senz’altro uno dei tre non era lui. Allora gli ho domandato: << e perché non puoi essere tu?>> <<E’ impossibile perché sono sempre i soliti tre!>> Poi ieri è entrato in casa urlando tutto esaltato <<Mamma, mamma, Seb ha preso 10 ed era il voto più alto!>> Il suo entusiasmo mi faceva piacere, ma mi sembrava un po’ eccessivo e gli ho chiesto: <<Ma tu perché sei così felice?>> <<Perché se c’è riuscito Seb allora vuol dire che ci posso riuscire anch’io!>>”

Ho trovato questa storia interessante per lo scambio di battute tra madre e figlio, ma anche divertente, quasi fosse una barzelletta. Nel pomeriggio l’ho raccontata ai miei figli; ridevamo con le lacrime agli occhi. Poi improvvisamente mi si è accesa una lampadina:

“Cavoli Seb! Mi è venuta in mente una cosa!”

Dal ridere sfrenato ci siamo tutti e cinque ricomposti.

“Cosa mamma?”

“Che il tuo dieci non è un semplice 10, ma è molto di più!” 

“In che senso mamma?”

“Il tuo 10 ha reso  possibile l’impossibile e ha liberato i tuoi compagni di classe dall’idea del <<Io non posso farcela! >> … adesso anche loro sanno che possono riuscirci se si impegnano!”

Mio figlio mi fissa, forse pensa che lo stia prendendo in giro, ma poi capisce che non è così e conclude serio:

“Io ho fatto tutto questo mamma? … se lo dici tu …”

 

posted under Incontri

Email will not be published

Website example

Your Comment: