Quando la vita cambia colore

di Lisa Galli: un blog per i malati, per i loro familiari, per chi li cura e per quelli detti sani

Mai ultima …

dicembre9

I genitori devono trovare l’occasione di lasciare in eredità frasi che faranno sentire i figli amati e forti e preziosi anche quando loro non ci saranno più.

 

Una sera a cena, avrò avuto quindici anni, dissi a mio papà che avevo incontrato un suo amico:

“Mi ha detto di salutarti e mi ha chiesto se ero l’ultima dei tuoi figli”

“E tu cosa hai risposto?” 

“Che ero l’ultima”

Mio padre era un uomo molto silenzioso, ma quella volta colse l’occasione per lasciarmi in eredità una frase:

“Tu non sei ultima, sei la quinta, sei la mia  figlia più piccola, ma non sei ultima …”

Io ribattei:

“Beh … sono la quinta, sono la più piccola, ma sono anche l’ultima nata …”

Immediatamente cambiò il tono di voce e con solennità, per sottolineare che mi stava affidando un insegnamento da custodire con cura, mi disse:

“Promettimi una cosa: non permettere mai a nessuno di dire che sei ultima, perché la parola ultima dà un’idea di avanzo, ma per me e per tua madre, tu, ultima, non sei mai stata, non lasciare che gli altri lo dicano di te … promettimelo … promettimelo anche se ora non ne capisci il motivo!”

Glielo promisi pur pensando che stesse esagerando.

Quando ero incinta di mia figlia più piccola (la quarta) alcune persone perdevano tempo a commentare con commiserazione la nostra fortuna.

Il giorno in cui è nata Nina, mi è tornata in mente la promessa fatta a mio padre e questa volta l’ho compresa bene e, stringendo mia figlia tra le braccia, le ho sussurrato all’orecchio:

“Non permettere mai a nessuno di dire che sei ultima, per me e tuo padre sarai sempre la più piccola, la quarta, ma mai ultima!”

Così le avrebbe detto il nonno, anche se da quattordici anni non c’è più.

posted under Incontri

Email will not be published

Website example

Your Comment: